1.1 Girotondo

Quando i bambini si prendono per mano e formano un girotondo, in quel momento stanno realizzando inconsapevolmente un màndala! La natura li guida in una connessione umana dove la luce parte dal colore e inizia ad espandersi in un cerchio cosmico. Questo gioiello rappresenta quella connessione, giocosa ma importante, tramite la quale possiamo sentirci parte del tutto.

1.2 Aura

Dal nucleo, fulcro vitale, un’esplosione si espande. tutto nasce e prende una forma circolare che comprende ogni cosa.
Come l’aura che con i suoi colori contraddistingue ogni essere umano, anche questo gioiello lo fa e lascia che i propri colori lo raccontino.

1.3 Maya

Màndala arcaico basato su cerchio e quadrato: le forme più simboliche che racchiudono il màndala. Il cerchio rappresenta il cuore, uno spazio sacro di protezione, mentre il quadrato rappresenta uno spazio materiale e razionale dove la nostra dimensione può trovare espressione.

1.4 Universo

Espressione fedele al concetto di màndala tradizionale, rivisitato nella sua interpretazione.
Luce e colore si ricompongono all’intero di un cerchio leggermente a coppa, che riprende geometricamente la curvatura positiva dell’universo, quella forma che permette la formazione della massa e della vita al suo interno. è un disegno preciso e regolare, dove l’armonia sorride.

1.5 Tibet

Qui il màndala raggiunge al sua forma più articolata, ricordandoci i dettagli delle complesse costruzioni di sabbia colorata che, dall’antichità sino ad oggi costruiscono i monaci tibetani.
Tutto è compiuto.
Cerchio e quadrato si fondono tra loro per permettere alla materia di essere permeata dalla spiritualità.
Siamo pronti per andare oltre.

2.1 Atena

Dopo l’espansione del màndala ci concentriamo sul suo fulcro.
Luogo da cui tutto ha origine e senza il quale il processo di apertura non sarebbe possibile. ecco l’elemento centrale, braccia protese verso i quattro punti cardinali sino al raggiungimento dei confini dell’universo.
Il ponte tra occidente e oriente, tra filosofia e scienza, tra letteratura e astronomia. Il dialogo che tutti aspettavamo e di cui l’umanità necessita per progredire.

2.2 Loto

Màndala di luce pura che si espande dal punto centrale verso l’esterno, a formare un cristallo di pura energia.
Fiori, cristalli di neve, occhi umani hanno in comune lo stesso linguaggio della natura che lascia la sua firma in tutto ciò che crea.

2.3 Artù

Rivisitazione contemporanea e alternativa. Il concetto di cuore del màndala muta.
La luce percorre una crescita, una purificazione, un suo percorso evolutivo così come ogni altro elemento sulla terra.
Anche le pietre lo sanno e racchiudono questo messaggio al loro interno. I colori portano con sé energia nuova.

2.4 Bisanzio

Màndala evocativo.
La tradizione occidentale del màndala attraverso gli occhi di colori fortemente emotivi.
La natura marina del corallo e quella eterea del turchese si fondono per agevolare una comunicazione tra mondi solo apparentemente lontani, in quanto si accarezzano di continuo.
L’innovazione accademica della tradizione si presenta con rinnovata energia.

3.1 Frammenti

Gli elementi, poco prima composti e ordinati, si trovano in libertà, a dimostrazione che anche la più bella opera del mondo non può durare all’infinito.
Nulla è eterno.
Nella cultura tibetana la dissoluzione serve al discepolo a lasciar andare quanto creato, per ritrovare nuova energia e permettere alla vita di manifestarsi tramite l’azione.
È ora di ricominciare un nuovo percorso con rinnovata energia!

3.2 Portale

Il màndala è dissolto. ciò che rimane è un portale aperto, simbolicamente rappresentato da un cerchio energetico, che ci mostra la strada verso nuovi orizzonti.
È ora di solcare la soglia e scoprire le opportunità che la dissolvenza ci può riservare.